Agevolazioni fiscali - LATI elettronica

Vai ai contenuti

APPROFITTA DEL BONUS FISCALE... COSI' LA TUA SICUREZZA COSTA LA META'!

L’installazione di un impianto di allarme a protezione della propria abitazione, ad uso privato, può usufruire di interessanti detrazioni fiscali.

Rivolgiti a noi per tutte le informazioni in merito al bonus!


L’agevolazione fiscale si riferisce in linea generale alle opere di ristrutturazione della propria abitazione, comprendendo nello specifico gli “interventi relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi”, tra cui appunto rientra l’acquisto e l’installazione di un impianto antifurto per la propria casa, oltre ad una serie di misure aggiuntive sempre orientate alla sicurezza, come ad esempio recinzioni murarie, grate alle finestre, porte blindate, ecc.


La Legge di Stabilità approvata a fine 2013 ha prorogato il bonus fiscale per le ristrutturazioni edilizie, con raddoppio da 48.000 a 96.000 euro dell’ammontare complessivo delle spese detraibili per unità immobiliare, coi seguenti maggiori importi rispetto al 36% previsto a regime:


- nella misura del 50% per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 fino al 31.12.2014
- nella misura del 40% per le spese sostenute dal 1º gennaio 2015 fino al 31.12.2015

Il bonus opera sotto forma di detrazione dall’IRPEF (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche) delle spese sostenute per interventi di ristrutturazione delle abitazioni e delle parti comuni negli edifici residenziali.


Si tratta di una novità di grande interesse per i sistemi di sicurezza, considerato che la legge agevola espressamente gli interventi sugli immobili residenziali “relativi all'adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi”.  In particolare, inbase alle indicazioni dell’Agenzia delle Entrate sono agevolabili:


Sulle singole unità abitative
- Allarme/sistemi antifurto (finestre esterne: installazione, sostituzione dell’impianto o
riparazione con innovazioni; apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative
centraline; fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati)

Sulle parti condominiali
- Allarme (riparazione senza innovazione dell’impianto o riparazione con sostituzione
di alcuni elementi)

CHI PUÒ FRUIRE DELLA DETRAZIONE

Possono usufruire dell’agevolazione tutti i proprietari o nudi proprietari, gli usufruttuari, i locatari o anche il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile su cui viene effettuato l’intervento, a patto che vengano intestati a lui sia i bonifici che le relative fatture di spesa.


Per maggiori informazioni e dettagli sulle procedure è possibile contattarci all'indirizzo ufficiotecnico@latielettronica.it.


Iva agevolata al 10%

Oltre alla detrazione irpef sopra citata è inoltre presente un’interessante agevolazione legata all’IVA, è infatti possibile richiedere all’installatore dell’impianto antifurto l’applicazione di un’aliquota iva ridotta al 10% (anziché l’aliquota ordinaria del 22%) su una parte dei “beni significativi” utilizzati per la realizzazione del sistema di allarme.


Torna ai contenuti