Illuminazione a Led - LATI elettronica

Vai ai contenuti

Vediamo le principali differenze tra le lampade a LED e quelle tradizionali:
1. La qualità della luce - le lampade fluorescenti, più comunemente chiamate a neon o a basso consumo, emettono una luce ricca di raggi ultravioletti e infrarossi che mettono a repentaglio la salute e, inoltre, dato che queste lampade si illuminano grazie ad una serie di scariche elettriche, generano una luce ad intermittenza che stanca e danneggia l’occhio. I Led invece non emettono raggi dannosi, bensì una luce pura e costante che rende così l’illuminazione a Led ideale per qualunque attività, dai lavori di precisione alla lettura, etc.
2. L'assenza di sostanze tossiche – i tubi neon e lampade a risparmio energetico sono realizzate con  sostanze tossiche come Mercurio (Hg) e Cripton (Kr), il loro utilizzo pertanto mette a repentaglio la salute e sarebbe da evitare il loro utilizzo in ambienti di lavoro. Le lampade a Led sono realizzate con materiali di qualità e non contengono sostanze dannose per la salute.
3. il Calore – Le lampade ad incandescenza emettono moltissimo calore, l’illuminazione a Led non presenta questo tipo di problema, infatti sviluppano un calore bassissimo, annullando il rischio di scottarsi soprattutto per i più piccoli.
4. la Durata – Le lampade a neon o a fluorescenza anche se dichiarate (le migliori di qualità) per 10.000 ore di funzionamento, se installate in luoghi dove la luce viene continuamente accesa e spenta (corridoi, scale etc.) si consumano molto più velocemente, dimezzando la loro vita, le lampade a Led non soffrono della continua accensione spegnimento ed hanno una vita media di 40-50.000 ore reali.
5. la Resistenza – Le lampade a Led sono molto più resistenti a urti e scosse rispetto a tutti gli altri sistemi di illuminazione e sono anche molto più resistenti a sbalzi di tensione.

Torna ai contenuti